Pagani: Massimo D’Onofrio, si lavora per le amministrative del 2019

Pagani: Massimo D’Onofrio, si lavora per le amministrative del 2019

Elezioni amministrative 2019. Pagani. Intervista a Massimo d’Onofrio dirigente di Fratelli d’Italia. A urne delle politiche ancora “calde” è già partito a Pagani il toto nomi per le prossime elezioni amministrative del 2019. Al momento potrebbe non essere più così scontata la ricandidatura dell’uscente Salvatore Bottone che rispetto a quattro anni fa oltre alle sue due liste civiche, adesso non sarà più sostenuto dai partiti di destra Grande Pagani e Forza Italia ma bensì dal Partito Democratico. Un nuovo schieramento che non troverebbe l’intera compattezza del gruppo dei “bottoniani” pronti a creare difficoltà al loro leader.Questi ultimi, infatti, secondo indiscrezioni, spingerebbero per l’individuazione di una nuova figura politica che riesca a ricompattare il centro destra. In questi giorni è circolato il nome di Claudio Barile con una storia alle spalle di centro destra. Un nome questo che determinerebbe una chiara chiusura a sinistra. Barile sarebbe gradito anche a Stefano Sensale di Energia per l’Italia.
Il candidato di Alberico Gambino potrebbe essere, invece, a parte clamorose sorprese l’avvocato Raffaele Maria De Prisco, già in passato assessore delle sue squadre di Governo. L’avvocato paganese in ogni caso dovrà superare le ambizioni di Vincenzo Paolillo, ex presidente del Mercato Ortofrutticolo riavvicinatosi negli ultimi mesi a Gambino. Paolillo dopo la mancata riconferma al Mercato e alla rottura con Bottone ambisce adesso ad una nomination come primo cittadino.
Il vuoto resterebbe a sinistra con una parte degli storici DS che gradirebbero una propria proposta politica il nome più gettonato resta quello di Carlo De Martino professionista stimato in città che avrebbe anche l’appoggio di una fetta del mondo politico di destra.

Massimo D’Onofrio di Fratelli d’Italia non ha mai disprezzato l’ipotesi di una sua ricandidatura per le elezioni amministrative 2019, anche se al momento, pensa, per prima cosa a riunificare il centro destra paganese, mettendo al centro il programma ed i volti nuovi giunti nel suo partito che hanno portato una ventata nuova di idee ed entusiasmo.
C’è fermento anche all’interno del M5S che potrebbe ottenere per le prossime amministrative il via libera da Beppe Grillo per presentare la lista. Top secret i nomi in corsa ma già iniziano a trapelare le prime indiscrezioni che vedrebbero il vecchio gruppo dirigente relegato in un angolo per dare spazio a volti nuovi. I “nuovi” pentastellati locali avrebbero, infatti, aperto alla società civile evitando di chiudersi come fatto, invece, in passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *