Violenza contro le donne, Imma Vietri: «Sabato flash mob di FdI – AN»

Violenza contro le donne, Imma Vietri: «Sabato flash mob di FdI – AN»

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il Dipartimento Tutela Vittime di Fratelli d’Italia-An Campania, guidato da Imma Vietri, partecipa alla campagna nazionale del partito “Prima le persone”. Sabato 25 novembre, a partire dalle 10.00, a Salerno presso P.zza San Francesco (nei pressi del Liceo Classico “Torquato Tasso”), ci sarà un flash mob, con il lancio di palloncini arancioni da parte di uomini e donne che si incrociano e mischiano tra loro, seguito dal taglio congiunto e simbolico di un nastro arancione da parte di un uomo e una donna.

«Il messaggio che vogliamo lanciare è chiaro – spiega Imma Vietri, coordinatore regionale del Dipartimento -. No ad ogni forma di violenza, non solo nei confronti delle donne, ma anche di qualunque altro soggetto che sia Vittima di abusi di potere, soprusi e forme di controllo e/o coercizione tali da condizionarne la normale vita di relazione e le libertà psico-fisiche, sessuali, economiche e religiose».

Durante l’evento sarà allestito un banchetto, con il quale i cittadini potranno aderire alla raccolta firme sui permessi premio, per la proposta di legge “Disposizioni in materia di comunicazioni dovute alle vittime dei reati”, riportante modifiche al codice di procedure penale affinché le nuove tutele processuali per le persone offese vengano estese anche «ai permessi di qualsiasi natura concessi dalla magistratura di Sorveglianza durante l’esecuzione della pena».

Saranno, inoltre, distribuiti i due volantini “Punti programmatici” e “Non sei sola”, nei quali si ribadisce l’impegno e la campagna di ascolto del Dipartimento nei confronti delle donne che subiscono violenza.

Oltre ai dirigenti e agli amministratori di Fdi-An e diverse associazioni della provincia di Salerno e di Napoli, al flash mob prenderà parte in qualità di testimonial anche il dottor Mario Garzia, l’audioprotesista salernitano che lo scorso 13 novembre è stato vittima di percosse ad opera di ignoti davanti al suo centro medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *