Morte Alessandra, Vietri: “150 donne uccise all’anno; basta sconti pena”

Morte Alessandra, Vietri: “150 donne uccise all’anno; basta sconti pena”

Si susseguono le reazioni dal mondo politico per l’assurda morte di Alessandra Madonna, la ragazza morta nella dinamica seguita al litigio con un fidanzato divenuto improvvisamente ‘ex’. Imma Vietri,  coordinatrice campana del Dipartimento Tutela delle Vittime di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, afferma: “L’ennesima tragedia. Una nuova vittima di un amore malato. Alessandra Madonna, 24 anni compiuti da qualche giorno, uccisa dopo essere stata trascinata dall’auto dell’ex fidanzato a Mugnano, ora agli arresti domiciliari con l’accusa di omicidio volontario. Un dramma sulla cui dinamica occorrerà fare chiarezza. La giustizia dovrà fare il suo corso, la verità dovrà venire fuori. Non è possibile che un chiarimento tra due ex finisca così, in maniera così terribilmente violenta. La tragedia consumatasi a Mugnano richiama, purtroppo, la nostra attenzione su un fenomeno allarmante e di proporzioni enormi che necessita sempre più di una risposta culturale ed educativa, oltre che di natura giudiziaria. Negli ultimi 5 anni si sono registrati nel nostro Paese 774 casi di omicidio di donne, una media di circa 150 all’anno. Numeri che devono farci riflettere e soprattutto agire”.

“Non ci stancheremo mai di ripetere che occorrono pene esemplari e certe– conclude -. Basta con gli sconti, basta con i permessi premio, no ai giudici buonisti. Le vittime e i loro familiari meritano giustizia e rispetto. Quello che chiediamo anche per Alessandra e la sua famiglia, a cui va il nostro pensiero e il nostro cordoglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *